MENU
locandinaifilgud_web-724x1024

15 gennaio 2014 Comments (0) Views: 3889 Eventi

AI FIL GUD, una mostra in bianco e nero!

Sabato 18 gennaio, alle ore 19.30, inaugura la prima personale con opere originali e tavole in edizione esclusiva del fumettista GUD.

locandinaifilgud_web-724x1024

Per la prima volta l’HulaHoop Club ospita sulle sue pareti un fumettista: GUD.
AI FIL GUD è un gigantesco refuso che diventa il titolo di una mostra su carta e tela. Una mostra in bianco e nero con le tavole del blog dell’artista e insegnante di fumetto che tratteggia i momenti salienti dei suoi viaggi e dei tormentoni televisivi raccontati in diretta.
Dopo aver disegnato le parole di Dacia Maraini in La notte dei giocattoli, GUD ci ha spiegato che Tutti possono fare fumetti, mentre le sue matite correvano sul suo blog trasformando le perplessità giornaliere dell’autore in tratti semplici in cui la riflessione diventa ironica. GUD disegna la sua quotidianità che è la nostra, il suo alter ego racconta quello che ci fa ridere o ci lascia basiti.

In AI FIL GUD in corso fino all’11 febbraio 2014, GUD espone un lavoro inedito che racconta impressioni, sensazioni, immagini, sapori: i suoi viaggi e la TV che ci fa più ridere.
AI FIL GUD è un’ulteriore prova per il fumettista che si inserisce nell’HulaHoop e tra i libri della libreria L’ETERNAUTA e racconta lo spazio multiforme e poliedrico che lo accoglie, sulle sue tele GUD ballerà, salirà sul palco per recitare e fare musica, farà sulla tela ciò che gli altri artisti fanno tutte le sere sul palco che lui occuperà il 18 gennaio per la sua performance live.

Prima delle dediche sui libri, durante un’intervista live di Daniela Odri Mazza, blogger e redattrice esperta di comunicazione e fumetto, collaboratrice del magazine online «Fumettologica» e della rivista «Fumo di China», GUD realizzerà l’ultima tela della sua personale che si protrarrà fino all’11 febbraio 2014.

L’autore
Daniele Gud Bonomo 
(Roma, 1976), laureato in Scien­ze politiche, è diplomato alla Scuola Internazionale di Co­mics di Roma dove dal 2001 insegna Fumetto, Scenografia per l’animazione e Storia del fumetto. Con Tunué ha pub­blicato il saggio Will Eisner. Il fumetto come arte sequenziale (2005), Gentes (2007) e i graphic novel Heidi mon Amour (2009), Gaia Blues (2011), La notte dei giocattoli (2012) su testi di Da­cia Maraini e Tutti possono fare fumetti (2013). È curatore della rivista Mono e responsabile dell’agenzia ComicsProvider.com.

Non mancate!
dal 18 gennaio all’ 11 febbraio 2014
ore 19:30
presso  HulaHoop Club & libreria L’ETERNAUTA,
via Filippo De Magistris 91/93, Roma.

Tags: , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>