MENU
Metamorphabet oorlandoo

19 maggio 2015 Comments (0) Views: 1647 Videogames

Dissi Metamorphabet – e il nome agì

E“: la lettera “E” appare sullo schermo, si ingrandisce e acquista spessore.
Egg” (“uovo”): uno sportellino si apre nel lato della grande “E” e un uovo rotola fuori.
Eat” (“mangiare”): la lettera diventa un viso dentato e divora l’uovo che le porgo.
Elefante“: il viso si trasforma, sviluppa un corpo animale, delle zanne, delle grandi orecchie, mi lascia giocare con la sua proboscide e barrisce.
Earth” (“Terra”): l’inquadratura si allontana, l’elefante cammina in equilibrio sul globo del nostro pianeta, impegnato in un gioco circense.

  • Metamorphabet oorlandoo
    E
  • oorlandoo metamorphabet
    Egg
  • Metamorphabet oorlandoo
    Eat
  • Metamorphabet oorlandoo
    Elephant
  • Metamorphabet oorlandoo
    Earth

Metamorphabet” è un abbecedario interattivo della lingua inglese. In esso ogni lettera, solleticata dal tocco delle mie dita o dal clic del mio mouse, reagisce e si trasforma in creature, oggetti e concetti, o compie azioni, il cui nome inizia con la lettera stessa. Una voce femminile, intanto, scandisce le parole che appaiono.

oorlandoo metamorphabetA una “A” spuntano le corna da cervo (“antlers”), a una “F” cresce un piede (“foot”),  la “L” si trasforma in una lucertola che, insieme a sue simili, percorre un ciclo infinito (“loop”) zampettando su ciocchi di legna (“log”). Terminate le possibili metamorfosi di una lettera vado, incuriosito e impaziente, a quella successiva.
“Metamorphabet” è pensato per i bambini (soprattutto per quelli che iniziano presto a imparare l’inglese) ma la sua ricchezza, l’imprevedibilità delle sue metamorfosi, dei suoi suoni, delle sue immagini, lo rendono affascinante anche per chi è adulto. “Metamorphabet” è il ritorno a un mondo originario in cui ogni parola è un oggetto e ogni oggetto una parola, in cui il verbo mantiene un potere magico, creativo, metamorfico, primordiale. È il ritorno al mondo dell’infanzia, quando conoscere il nome di una cosa, e poi saperlo scrivere, voleva dire possederla. Quando ancora non era giunta l’età dei “ti amo” non pronunciati, della scoperta dell’indicibile e dell’incomunicabile.

“Mi dissi:
Buffalo! – e il nome agì.”
(da “Buffalo” di E. Montale, in “Le occasioni”)

Metamorphabet oorlandoo

“Metamorphabet” è un’opera di Vectorpark (Patrick Smith). La voce è di Sarah Alger e StudioKamp ha contribuito alla parte audio.
Può essere comprato per Mac e PC sul sito ufficiale e su itch.io a 4,99 dollari, su Steam a 4,99 euri e, per iPhone e iPad, su iTunes a 3,99 euri. Sul suo sito è anche disponibile una versione di prova con le lettere dalla A alla D.

Metamorphabet oorlandoo

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>