MENU
Brighter day pennydreadful penny dreadful oorlandoo

26 giugno 2015 Comments (0) Views: 1729 PennyDreadful

#CandyDreadful – Brighter Day

I “Penny Dreadful” erano, nell’Ottocento, periodici inglesi economici e pieni di storie nere, paurose e gotiche.
#PennyDreadful è una rubrica che parla di opere dell’orrore piccole e gratuite (o poco costose). 

Brighter Day” potrebbe sembrare una luminosa e accogliente, seppur isolata, clinica votata alla medicina alternativa, ma quando fuori dalla mia camera trovo enormi e minacciosi occhi fluttuanti, e mi accorgo di essere l’unico paziente rimasto, per me essa diventa una prigione da cui tentare la fuga.

“Brighter Day” è un videogioco dell’orrore in cui mi concentro a scappare, a nascondermi dallo sguardo di bulbi oculari intenti a cercarmi senza sosta e che posso solo evitare, distrarre lanciando le pillole che trovo sparse nell’ospedale o, più avanti, accecare con la luce di una torcia. È un gioco che sfida le convenzioni di un genere solitamente caratterizzato dalla oscurità della notte portandomi in ambienti colorati e apparentemente gioiosi. È, e per me è molto importante, un gioco che premia la curiosità e l’esplorazione, che sa svelare dettagli e segreti a chi decide di andare oltre la semplice corsa al suo completamento: a chi ha voglia di guardare.

 
“Brighter Day”, realizzato da The Loneliest Pixel, è disponibile per PC e Mac a 2,99 dollari sul distributore digitale itch.io, da cui potete scaricare anche una sua versione gratuita di prova.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>